Alessandro Lanzoni | Umbria Jazz

Alessandro Lanzoni

Alessandro Lanzoni, fiorentino, pianista, diplomato al Conservatorio “Cherubini”. Nel 2013 gli è stato assegnato da una giuria di giornalisti del settore il premio “Top Jazz” di Musica Jazz come miglior nuovo talento dell’anno. Premio che lo ha definitivamente consacrato, anche a livello europeo, uno dei più grandi interpreti del pianoforte jazz. La sua formazione di […]
share
UmbriaJazz

Alessandro Lanzoni, fiorentino, pianista, diplomato al Conservatorio “Cherubini”. Nel 2013 gli è stato assegnato da una giuria di giornalisti del settore il premio “Top Jazz” di Musica Jazz come miglior nuovo talento dell’anno. Premio che lo ha definitivamente consacrato, anche a livello europeo, uno dei più grandi interpreti del pianoforte jazz.

La sua formazione di musicista è frutto di un percorso intenso, sviluppato in due direzioni: gli studi “classici”, culminati col diploma di pianoforte conseguito nel 2012 col massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “Cherubini” di Firenze, e l’approfondimento del linguaggio jazzistico nei corsi estivi di Siena Jazz e del Berklee di Boston come borsista delle Clinics di Umbria Jazz, e ancora a Siena con Maestri come Danilo Perez, Kenny Werner, Aaron Goldberg, Steve Kuhn, John Taylor, Franco D’Andrea, Stefano Battaglia.

Alessandro si è affermato molto presto come leader anche a livello internazionale. In Europa, America Latina, Israele e Stati Uniti ha ricevuto recensioni lusinghiere. Ira Gitler, dopo averlo ascoltato in piano solo nel palazzo dell’ONU, ha  avuto modo di affermare, dall’alto dei suoi settant’anni di pura storia del jazz: “Non dovrebbe essere giudicato come un giovane musicista. È già eccezionale, e rischia di diventarlo ancora di più”. Nella carriera di Lanzoni spiccano collaborazioni con Kurt Rosenwinkel, Lee Konitz, Roberto Gatto, Enrico Rava, Ambrose Akinmusire, Miguel Zenon, Fabrizio Bosso, Gianni Basso, Renato Sellani, Tiziana Ghiglioni e tanti altri.