24 Maggio 2021, 18:02

“Harp vs. Harp” EDMAR CASTANEDA – GRÉGOIRE MARET

I miracoli del jazz. In quale altro terreno musicale potrebbero incontrarsi un virtuoso svizzero dell’armonica, Grégoire Maret, ed un funambolo colombiano dell’arpa, Edmar Castaneda. Difficile immaginare una combinazione più “strana”, ma nello stesso tempo più affascinante. Non dovrebbe funzionare, ha scritto Billboard, e invece funziona!  I due si sono ritrovati per la prima volta ad […]
share
UmbriaJazz

I miracoli del jazz. In quale altro terreno musicale potrebbero incontrarsi un virtuoso svizzero dell’armonica, Grégoire Maret, ed un funambolo colombiano dell’arpa, Edmar Castaneda. Difficile immaginare una combinazione più “strana”, ma nello stesso tempo più affascinante. Non dovrebbe funzionare, ha scritto Billboard, e invece funziona! 

I due si sono ritrovati per la prima volta ad un festival con Marcus Miller, e poi Castaneda ha invitato Maret a suonare con lui a Bogotà e dintorni. Dalla loro immediata sintonia (forse perché sono nati entrambi tra le montagne) è nato il disco dal titolo “Harp vs. Harp”, pubblicato dall’etichetta tedesca ACT, e poi un tour. 

Castaneda e Maret, a dispetto dei loro strumenti certamente non troppo comuni sulla scena del jazz, sono due artisti ben collocati nel music business. Castaneda ha suonato con personaggi come John Scofield, Gonzalo Rubalcaba, Marcus Miller, John Patitucci, Hamilton de Holanda, Ivan Lins, Béla Fleck. Tra le collaborazioni eccellenti di Maret figurano Herbie Hancock, Pat Metheny, Cassandra Wilson, Marcus Miller, Prince, Sting, Elton John, Dianne Reeves, Kurt Elling, Youssou N’Dour, Pete Seeger, David Sanborn, George Benson. Ha anche vinto un Grammy. 

Per Castaneda si tratta di un ritorno, essendo l’arpista colombiano già stato molte volte ospite di Umbria Jazz, sia nelle edizioni estive che invernali.