ERJ ORCHESTRA – “Cedar’s Blues”

Il nome, innanzitutto: ERJ ORCHESTRA sta per Emilia Romagna Jazz Orchestra ed è costituita dai migliori jazzisti della regione (per inciso, uno dei territori italiani che possono vantare una più solida tradizione jazz) integrata da alcuni giovani più che emergenti. La direzione è affidata al trombonista e arrangiatore Roberto Rossi e al sassofonista Piero Odorici […]
share
UmbriaJazz

Il nome, innanzitutto: ERJ ORCHESTRA sta per Emilia Romagna Jazz Orchestra ed è costituita dai migliori jazzisti della regione (per inciso, uno dei territori italiani che possono vantare una più solida tradizione jazz) integrata da alcuni giovani più che emergenti. La direzione è affidata al trombonista e arrangiatore Roberto Rossi e al sassofonista Piero Odorici che svolge le funzioni di direttore artistico. Sono due musicisti importanti della scena nazionale. Rossi ha fatto parte di varie orchestre sinfoniche (Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra della RAI, Orchestra del Rossini Opera Festival, Orchestra Regionale Toscana) e vanta una notevole attività jazzistica, oltre che nella didattica. Odorici è un punto di contatto privilegiato tra il jazz italiano e quello americano e ha collaborato con musicisti di fama come Cedar Walton, George Cables, Eumir Deodato, Curtis Fuller. Il pubblico di Umbria Jazz lo conosce molto bene anche avendolo più volte visto nella resident band del club di mezzanotte.

L’orchestra è la band residente del Camera Jazz & Music Club a Bologna e ha pubblicato il suo primo disco dal titolo “Cedar’s Blues”. I musicisti dell’organico vengono da percorsi artistici diversi ed il risultato è una varietà di stili che vanno dalla tradizione hard bop dei due leader alle tendenze più moderne dei musicisti più giovani.

Il progetto ERJ Orchestra viene sostenuto grazie al contributo della Regione Emilia Romagna “Legge Musica”.