George Cables/Sullivan Fortner Duo | Umbria Jazz

George Cables/Sullivan Fortner Duo

Due pianisti di due generazioni diverse, uno di fronte all’altro per dimostrare ancora una volta che il jazz è l’arte dell’incontro. George Cables, newyorkese di 76 anni, vecchio leone dell’hard bop, storico partner di giganti come Sonny Rollins, Art Pepper e Dexter Gordon; Sullivan Fortner, 34 anni originario di New Orleans, uno dei più celebrati […]
share
UmbriaJazz

Due pianisti di due generazioni diverse, uno di fronte all’altro per dimostrare ancora una volta che il jazz è l’arte dell’incontro. George Cables, newyorkese di 76 anni, vecchio leone dell’hard bop, storico partner di giganti come Sonny Rollins, Art Pepper e Dexter Gordon; Sullivan Fortner, 34 anni originario di New Orleans, uno dei più celebrati esponenti delle ultime generazioni di pianisti: nel corso di una ancora breve carriera ha suonato con Cécile McLorin Salvant, Roy Hargrove e Wynton Marsalis.

Il duo pianistico è una formula sempre suggestiva, soprattutto se praticata da improvvisatori di talento: imprevedibile, aperta, spettacolare, fatta di reciproci stimoli. Se funziona, il risultato è molto più della somma di due individualità. Umbria Jazz l’ha presentata molte volte, spesso declinandola in inedite partnership. Esempi: Chick Corea e Stefano Bollani, lo stesso Corea con Herbie Hancock, Danilo Rea con Renato Sellani, Bollani con Martial Solal, Rita Marcotulli e Dado Moroni. Anche questo duo, come molti altri in passato, è una invenzione del Festival. Cables e Fortner sono tra i protagonisti di questa edizione invernale come artisti residenti, ed hanno acconsentito con entusiasmo al progetto di dar vita ad un duo.