Jon Cleary | Umbria Jazz

Jon Cleary

Può succedere di nascere nel posto sbagliato, ma l’importante è trovare alla fine il proprio luogo del cuore in cui vivere. Jon Cleary, inglese cresciuto nella campagna del Kent, oggi è uno degli interpreti più stimati della musica di New Orleans, città in cui vive da decenni. Il primo fulminante approccio con il variegato panorama […]
share
UmbriaJazz

Può succedere di nascere nel posto sbagliato, ma l’importante è trovare alla fine il proprio luogo del cuore in cui vivere. Jon Cleary, inglese cresciuto nella campagna del Kent, oggi è uno degli interpreti più stimati della musica di New Orleans, città in cui vive da decenni. Il primo fulminante approccio con il variegato panorama musicale della Crescent City avvenne con i dischi che giravano in casa. Lo colpì soprattutto la personalità debordante di Allen Toussaint, cantante, pianista, produttore e soprattutto songwriter. Un nume ispiratore per Jon, che nel 1981 fece il suo primo viaggio (forse è meglio dire pellegrinaggio) a New Orleans. Dal taxi si fece portare direttamente dall’aeroporto al Maple Leaf Bar, uno dei locali simbolo della storia musicale di New Orleans. Stabilitosi in città, Jon è diventato un musicista professionista e oggi è uno dei maggiori rappresentanti (ha vinto anche un Grammy) dei generi che definiscono l’identità musicale di New Orleans, da quelli tradizionali a quelli più moderni: jazz, blues, rag, piano stride, gospel, funk, soul. Ha anche collaborato con artisti importanti come Dr. John, Bonnie Raitt, John Scofield, Taj Mahal.

Nella formula voce-pianoforte, con cui si esibisce a Orvieto, Cleary si presenta come un performer garbato, colto, divertente.