Luca Aquino & Natalino Marchetti | Umbria Jazz

Luca Aquino & Natalino Marchetti

Appena uscito da un serio infortunio, Luca Aquino ha pubblicato nel 2019 “Italian Songbook” per la raffinata etichetta tedesca ACT. Il disco testimoniava l’interesse di Luca per le belle canzoni italiane di ogni epoca, rilette con la sensibilità e l’apertura mentale di un jazzman. La formazione era un trio che comprendeva il fisarmonicista Natalino Marchetti. […]
share
UmbriaJazz

Appena uscito da un serio infortunio, Luca Aquino ha pubblicato nel 2019 “Italian Songbook” per la raffinata etichetta tedesca ACT. Il disco testimoniava l’interesse di Luca per le belle canzoni italiane di ogni epoca, rilette con la sensibilità e l’apertura mentale di un jazzman. La formazione era un trio che comprendeva il fisarmonicista Natalino Marchetti. L’interesse di Aquino per la canzone fu poi confermato dall’album in duo con Giovanni Guidi, “Amore Bello”.

Nel suo ritorno a Umbria Jazz Luca riprende la partnership con Marchetti, di cui dice: “…Natalino suona la fisarmonica con cuore e intelligenza: è una persona e un musicista gentile, raffinato, di qualità e sempre alla ricerca del senso profondo dell’universo e della spiritualità”.

Aquino è giustamente considerato trombettista e compositore tra i più lirici ed originali della scena jazz italiana (autore, tra l’altro, di un interessante omaggio ai Doors). Il suo spirito di viaggiatore è allo stesso tempo metafora perfetta del percorso artistico ed espressione della sua cifra stilistica. La passione per la sperimentazione sonora e le registrazioni in luoghi insoliti portano alla definizione, azzeccatissima, di “esploratore sonoro contemporaneo”. In questo senso un posto di rilievo occupa un disco assolutamente atipico a partire da dove è stato registrato: il sito archeologico di Petra, uno dei luoghi più suggestivi del mondo.