11 Giugno 2019, 12:09

Ray Gelato & Friends

Con il suo swing ironico che sa d’altri tempi Ray Gelato, cantante e sassofonista, è diventato, edizione dopo edizione, uno dei beniamini del pubblico di Umbria Jazz. Londinese figlio di un militare americano di stanza in Gran Bretagna, il giovane Ray è cresciuto ascoltando da un lato le canzoni di Frank Sinatra e Dean Martin, […]
share
UmbriaJazz

Con il suo swing ironico che sa d’altri tempi Ray Gelato, cantante e sassofonista, è diventato, edizione dopo edizione, uno dei beniamini del pubblico di Umbria Jazz. Londinese figlio di un militare americano di stanza in Gran Bretagna, il giovane Ray è cresciuto ascoltando da un lato le canzoni di Frank Sinatra e Dean Martin, dall’altro rock & roll e jive. All’epoca i beniamini del pubblico, soprattutto degli adolescenti, erano Louis Jordan, Louis Prima, Bill Haley. Per il sax tenore il modello di Ray era Sam Butera.A partire dalla sintesi di queste influenze, Ray ha costruito una formula esplosiva che ricicla con freschezza ed energia, e soprattutto con grande sense of humor, la musica spensierata che si suonava e si ballava negli anni ‘50 e ‘60. Formula con cui ha riscosso una grande popolarità, soprattutto in Italia. Lanciato da Umbria Jazz, che lo ha ospitato più volte nei suoi cartelloni, è diventato uno dei preferiti del pubblico del festival.

Notizie correlate

UmbriaJazz
24 Settembre 2020, 11:13
UmbriaJazz
08 Settembre 2020, 08:15
UmbriaJazz
07 Settembre 2020, 08:18