Jon Cleary / Dianne Reeves sings Burt Bacharach conducted by Ethan Iverson - Umbria Jazz Orchestra | Umbria Jazz

Jon Cleary

Dianne Reeves sings Burt Bacharach

arranged and conducted by Ethan Iverson
UMBRIA JAZZ ORCHESTRA
feat. Romero Lubambo, Peter Washington, Dan Weiss

Sab. 31 Dicembre - ore 17:30
Teatro Mancinelli
share
UmbriaJazz

Jon Cleary

Può succedere di nascere nel posto sbagliato, ma l’importante è trovare alla fine il proprio luogo del cuore in cui vivere. Jon Cleary, inglese cresciuto nella campagna del Kent, oggi è uno degli interpreti più stimati della musica di New Orleans, città in cui vive da decenni. Il primo fulminante approccio con il variegato panorama musicale della Crescent City avvenne con i dischi che giravano in casa. Lo colpì soprattutto la personalità debordante di Allen Toussaint, cantante, pianista, produttore e soprattutto songwriter. Un nume ispiratore per Jon, che nel 1981 fece il suo primo viaggio (forse è meglio dire pellegrinaggio) a New Orleans. Dal taxi si fece portare direttamente dall’aeroporto al Maple Leaf Bar, uno dei locali simbolo della storia musicale di New Orleans. Stabilitosi in città, Jon è diventato un musicista professionista e oggi è uno dei maggiori rappresentanti (ha vinto anche un Grammy) dei generi che definiscono l’identità musicale di New Orleans, da quelli tradizionali a quelli più moderni: jazz, blues, rag, piano stride, gospel, funk, soul. Ha anche collaborato con artisti importanti come Dr. John, Bonnie Raitt, John Scofield, Taj Mahal. Nella formula voce-pianoforte, con cui si esibisce a Orvieto, Cleary si presenta come un performer garbato, colto, divertente.
UmbriaJazz

Dianne Reeves sings Burt Bacharach

Dianne Reeves sings Burt Bacharach arranged and conducted by ETHAN IVERSON UMBRIA JAZZ ORCHESTRA feat. ROMERO LUBAMBO, PETER WASHINGTON, DAN WEISS Le canzoni di Burt Bacharach sono il tema del nuovo progetto originale per il quale Umbria Jazz ha composto un puzzle di prestigio: la voce straordinaria di Dianne Reeves, una delle vocaliste più famose del jazz e della black music in generale; gli arrangiamenti di un intellettuale della musica come Ethan Iverson; i fiati dell’Umbria Jazz Orchestra, che progetto dopo progetto ha dimostrato una continua crescita artistica; ospiti speciali come il grande chitarrista brasiliano Romero Lubambo, che con la Reeves ha fatto molti tour, il contrabbassista Peter Washington, che fu membro della all stars che suonò per i settant’anni della Blue Note, e il batterista Dan Weiss. Una formula complessa e di grande impegno organizzativo che pone al centro la personalità artistica di Dianne Reeves, plurivincitrice di Grammy Award, di cui uno per la colonna sonora del film di George Clooney “Good Night and Good Luck”. La Reeves fonde la sua grazia senza tempo, la sua eleganza e il suo carisma in indimenticabili interpretazioni. La versatilità stilistica e i mezzi vocali ed espressivi di cui dispone le permettono di muoversi in un repertorio eclettico. Stavolta lo fa con canzoni che hanno dominato le classifiche della musica popolare per mezzo secolo e in tutto il mondo. Canzoni che hanno avuto interpreti straordinari, e la Reeves si iscrive a pieno titolo in questa lista.