“L’INSIÙM: MAINERIO!” GLAUCO VENIER – MICHELE CORCELLA

Lun, 12 Luglio - ore 17:00
Teatro Morlacchi
Le disponibilità dei biglietti possono variare a secondo del rivenditore scelto
share
UmbriaJazz

“L’INSIÙM: MAINERIO!” GLAUCO VENIER – MICHELE CORCELLA

Un progetto molto particolare, quello di Glauco Venier e Michele Corcella con l’ensemble L’Insiùm, laboratorio permanente di ricerca che ha sede in Friuli e in cui sono coinvolti musicisti provenienti da tutta l’Italia. “Insiùm” è una parola friulana che sta per sogno, visione. “Mainerio” è un'audace avventura musicale tra passato e presente, composizione e improvvisazione, tradizione popolare e linguaggio internazionale del jazz. Una sorta di macchina del tempo della musica che parte dal sedicesimo secolo e arriva fino ad oggi inglobando esperienze, stili, scuole, generi diversi in una libera rivisitazione creativa. Chi era Giorgio Mainerio? Era il maestro di cappella della Basilica di Aquileia, grande compositore - siamo nel Cinquecento - di danze oltre che di musica sacra. Figura estremamente controversa del Rinascimento friulano, nonché oggetto di molte dicerie, Mainerio fu di fatto uno dei primi rappresentanti di quella che molto tempo dopo sarebbe stata chiamata “World Music” per via di influenze culturali diverse che vanno, nel suo caso, dal Mediterraneo ai Balcani fino all’Europa del nord. In sostanza, il compendio delle culture che si incrociano nel Nord-Est italiano per dare vita ad un patrimonio assolutamente unico. L’Insiùm ha ripreso le composizioni di Mainerio attualizzandole in chiave contemporanea nella forma e nella sonorità. Del progetto esiste una versione discografica, registrata nel 2018 negli studi di Stefano Amerio e pubblicata dall’etichetta Artesuono.