Massimo Moriconii Duet con Emilia Zamuner

Massimo Moriconi “MODALITA’ TRIO” – Nico Gori, Ellade Bandini

Mer, 01 Gennaio - ore 19:00
Palazzo dei Sette
share
UmbriaJazz

Massimo Moriconii Duet con Emilia Zamuner

Due diverse formule con il comune denominatore di Massimo Moriconi, figura di grande tradizione nel jazz italiano. Moriconi è un maestro del contrabbasso che il pubblico di Umbria Jazz conosce bene per averlo visto in moltissime edizioni in duo con Renato Sellani, ma si deve ricordare almeno il suo lungo sodalizio artistico con Mina. Nella “Modalità trio” si esibiscono con lui Nico Gori ed Ellade Bandini. Difficile, se si pensa al clarinetto, che il primo nome che viene in mente non sia quello di Nico Gori. Il musicista fiorentino si è espresso ai massimi livelli nelle situazioni più varie - big bands, orchestre sinfoniche e gruppi jazz - sia come leader che come richiestissimo sideman, spaziando dalla musica classica al jazz, dal funky all’acid jazz. Ha collaborato e collabora con musicisti come Tom Harrell, Lee Konitz, Enrico Rava, Stefano Bollani. Nel suo primo album da leader “Groovin’ High” (2003) erano con lui proprio Ellade Bandini e Massimo Moriconi. Bandini è un musicista esperto, di lungo corso, che ha attraversato per decenni le cronache del jazz e della canzone d’autore. Bandini è stato collaboratore storico di Guccini, Vecchioni, Mina, Edoardo Bennato, Fabrizio de André. In “Duet” Moriconi si esibisce con la cantante Emilia Zamuner, proclamata miglior giovane talento al Premio Vita Vita e vincitrice del concorso intitolato a Massimo Urbani. Più che una promessa, dunque, una musicista affermata che così spiega il suo rapporto con il canto jazz: “esprime in maniera completa il mio modo di essere”. La formula del duo voce-contrabbasso non è molto comune e promette atmosfere sonore intriganti.
UmbriaJazz

Massimo Moriconi “MODALITA’ TRIO” – Nico Gori, Ellade Bandini

Due diverse formule con il comune denominatore di Massimo Moriconi, figura di grande tradizione nel jazz italiano. Moriconi è un maestro del contrabbasso che il pubblico di Umbria Jazz conosce bene per averlo visto in moltissime edizioni in duo con Renato Sellani, ma si deve ricordare almeno il suo lungo sodalizio artistico con Mina. Nella “Modalità trio” si esibiscono con lui Nico Gori ed Ellade Bandini. Difficile, se si pensa al clarinetto, che il primo nome che viene in mente non sia quello di Nico Gori. Il musicista fiorentino si è espresso ai massimi livelli nelle situazioni più varie - big bands, orchestre sinfoniche e gruppi jazz - sia come leader che come richiestissimo sideman, spaziando dalla musica classica al jazz, dal funky all’acid jazz. Ha collaborato e collabora con musicisti come Tom Harrell, Lee Konitz, Enrico Rava, Stefano Bollani. Nel suo primo album da leader “Groovin’ High” (2003) erano con lui proprio Ellade Bandini e Massimo Moriconi. Bandini è un musicista esperto, di lungo corso, che ha attraversato per decenni le cronache del jazz e della canzone d’autore. Bandini è stato collaboratore storico di Guccini, Vecchioni, Mina, Edoardo Bennato, Fabrizio de André. In “Duet” Moriconi si esibisce con la cantante Emilia Zamuner, proclamata miglior giovane talento al Premio Vita Vita e vincitrice del concorso intitolato a Massimo Urbani. Più che una promessa, dunque, una musicista affermata che così spiega il suo rapporto con il canto jazz: “esprime in maniera completa il mio modo di essere”. La formula del duo voce-contrabbasso non è molto comune e promette atmosfere sonore intriganti.