Umbria Jazz 1976

Orvieto - Gubbio - Città di Castello - Castiglione del Lago - Terni - Perugia, 20 - 25 luglio 1976

share

Umbria Jazz scoppia. Migliaia di ragazzi arrivano da tutta Italia, accompagnati dalle tensioni che animavano quegli anni difficili (gli Anni di piombo).

Ancora una volta a mobilitare l’attenzione di quella folla c’era il campione del free jazz, il sassofonista Sam Rivers, diventato una sorta di idolo.
Il funambolico pianista di Charles Mingus Don Pullen con una fantastica performance a Castiglion del Lago mobilitò la folla che, invece, ascoltava insofferente campioni del jazz più classico come Stan Getz o la divina Sarah Vaughan.

Nelle sei giornate di spostamenti fra una città e l’altra dell’Umbria a farsi ascoltare c’erano anche il favoloso quintetto di Horace Silver con gli ottimi Bob Berg e Tom Harrell ai fiati, i sempre trascinanti Jazz Messengers di Art Blakey, Dizzy Gillespie, Cedar Walton e un bel po’ di italiani da Massimo Urbani a Enrico Rava.

Umbria Jazz

UJ History