Umbria Jazz 1995

Lago Trasimeno - Perugia - Cortona, 3 - 17 luglio 1995

share

Fra le cose preziose dell’album dei ricordi di Umbria Jazz c’è sicuramente la notte di Officium nella basilica benedettina di San Pietro.
Il sax dal suono pieno, lontano ed evocativo del sassofonista che viene dal freddo, Jan Garbarek, e le voci antiche, eteree dell’Hilliard ensemble a ripetere i suoni e le musiche di un disco magico, reso ancora più magico dal contesto assolutamente unico e, finora, irripetibile (e la richiesta di ospitare la performance in chiesa era stata proprio di Garbarek).

Non meno esaltante, quell’anno, Caetano Veloso che aveva portato un concerto capolavoro, Fina Estampa, basato sul disco in cui il cantautore brasiliano rivisitava il repertorio latino americano.
A ribadire la centralità del pianoforte e dei suoi specialisti c’erano Michel Petrucciani, Kenny Barron in coppia con Mulgrew Miller, Ahamad Jamal, e poi la big band che girava nel nome di Mingus, il vertice del vibrafono con Milt Jackson e Gary Burton.

Umbria Jazz

UJ History