Umbria Jazz Winter 1994-1995

Orvieto, 27 dicembre 1994 - 1° gennaio 1995

share

UJW definisce il suo profilo nella seconda edizione, forte dei riscontri della prima.

C’è qualche ritorno, come quello del sassofonista John Surman, artista sempre creativo e capace di proporre ampie suggestioni e ci sono nuovi arrivi, sempre nel solco del jazz di qualità e di ricerca. E come quello del trombettista Roy Hargrove.
Ecco così la sofisticata chitarra di Bill Frisell, che va imponendosi come una delle grandi voci del jazz contemporaneo. Ecco un maestro raffinato delle sei corde come Jim Hall.
Ecco il sassofonista David Murray, musicista che si era rivelato nelle fila dell’avanguardia creativa, ma sempre più avviato a definire un suo profilo, che ha modo di farsi ascoltare sia nel clima più raccolto di un quartetto, sia alla testa di un ottetto, rivelando le sue qualità di organizzatore di suoni e ampi organici.
Ecco il principale esponente del revival di uno strumento spesso tenuto in disparte, come la fisarmonica, vale a dire il francese di famiglia italiana Richard Galliano.
E, naturalmente, c’è l’appuntamento con il coro gospel al Duomo.

Umbria Jazz

UJ History