Umbria Jazz 1974

Orvieto - Todi - Perugia - Gubbio - Terni/Villalago - Perugia, 27 luglio - 1° agosto 1974

share

Il jazz gratuito già nel secondo anno decollò e conquistò il popolo alternativo: fu subito successo fuori misura e sacchi a pelo.

Il budget di quell’anno, solo trentacinque milioni, bastò a mettere insieme un cartellone stellare diviso in cinque serate. A far da grandi attrazioni il nuovo, strepitoso quintetto di Charles Mingus, con le rivelazioni George Adams e Don Pullen, e Keith Jarrett in solo piano, praticamente nello stesso tour che sei mesi dopo avrebbe registrato il celebre Köln concert, rimasto una sorta di pietra miliare del solismo pianistico.

Ancora, a mobilitare la folla, c’erano due campioni del nuovo jazz d’avanguardia: i sassofonisti Sam Rivers e Anthony Braxton. A rappresentare il jazz più strutturato, il sax baritono di Gerry Mulligan, che duettò anche con la preziosa pianista Mariam McPartland, la strepitosa orchestra di Gil Evans, ancora Thad Jones e Mel Lewis, il parkeriano Sonny Stitt, il pianista Joe Albany e la Perugia Big Band di Alfio Galigani e il quintetto di Mario Schiano a rappresentare gli antipodi del jazz nazionale.

Umbria Jazz

UJ History