Umbria Jazz Winter 2009-2010

Orvieto, 30 dicembre 2009 - 3 gennaio 2010

share

Ancora Django e ancora la chitarra. I tre cugini Rosenberg rendono omaggio al più celebre dei jazzisti tzigani nel centenario della sua nascita, ma l’appuntamento da non dimenticare di questa edizione è il quartetto che vede insieme come frontmen due specialisti del jazz in punta di piedi, minimalista e dai suoni raffinati: Jim Hall e Bill Frisell, maestro e allievo già protagonisti a Orvieto nel 95 e ora di nuovo mattatori con cinque concerti praticamente acustici, assieme a un team ritmico di altissima qualità con Scott Colley al contrabbasso e l’essenziale Joey Baron alla batteria. Una meraviglia fra classicissimi abusati come All The Things You Are, ma rimessi a nuovo per l’occasione.

In lizza c’è di nuovo anche John Scofield, stavolta in un ottimo e raccolto duo con Larry Goldings.

Due i debutti: quello del veterano Monty Alexander, pianista che rende omaggio al suo idolo Nat King Cole, e un giovane dottissimo da scoprire come Jonathan Baptiste. Fra le proposte in cartellone c’è anche la migliore cantante jazz brasiliana, Leni Andrade, c’è il duo padre e figlio di John e Gerald Clayton, c’è Enrico Rava con un progetto dedicato a Gershwin e c’ė il ritrovato Trio di Roma che rimette insieme Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto.

Umbria Jazz

UJ History